Menu di navigazione

occhi di ragazza

Quando ad Antonellina torna la blefarite è perché non piange abbastanza. L’oculista aveva spiegato a Mamma Chella che le lacrime sono formate da acqua, sali minerali e grassi e Antonellina nelle lacrime aveva troppi grassi, “ma se è così magra?” disse Mamma Chella e l’oculista le rispose ridendo, e basta. La blefarite, così come la disidrosi e tante altre piccole beghe da piccola di casa, è quella cosa che quando torna Antonellina si ricorda piccola piccola con Papà Nicola che la teneva ferma e Mamma Chella che cercava di aprirle l’occhio per mettere le goccine. Quelle goccine bruciavano tantissimo e per Antonellina era un sacrificio enorme sopportare quella brutta tortura. L’oculista disse a Mamma Chella che per lubrificare al massimo l’occhio era necessario che Antonellina piangesse e, cuore di madre, ogni volta che Antonellina piangeva accettava di buon grado il dispiacere del pianto perché quelle lacrime le facevano bene.

Sono passati sei mesi da quel giorno in cui Antonellina ha avuto paura al punto da non riuscire a tornare più a casa. Pao le ha rimproverato il non aver raccontato abbastanza perché tutto il resto del mondo capisse. Antonellina era invece convinta che bastavano i fatti e che nel migliore dei mondi possibili una che non torna più a casa a dormire o ha di meglio da fare o a casa ha paura di tornare. Nel migliore dei mondi possibili, che però è evidente appartiene solo ad Antonellina, il miglior modo per condannare l’errore è riconoscere l’errore. Ma l’errore pare non ci sia stato e tutti vivono la loro vita senza chiedersi perché. Antonellina da settimane incontra il motivo del non ritorno ogni santo giorno e, nonostante i sei mesi, trema ancora. Antonellina non vorrebbe tremare e anzi, sogna quel momento in cui sarà così forte da guardare l’errore negli occhi e dirgli con tutta la ferocia che cova da mesi “bastardo”.

Violenza è il nome dell’errore, passibile dei sinonimi più svariati, uno di questi è Amedeo Mancini che con un pugno ha ucciso un uomo arrabbiato dopo che gli avevano offeso la donna. Scimmia, puttana, terrona di merda, deve venirti un cancro sono i sinonimi perfetti di quella cosa che si chiama violenza e che vi piace leggere nei titoli di giornale convinti che la cosa non vi riguardi mai.
E per voi mai un rimorso di coscienza, mai uno.

Posted on Lug 13, 2016 in Giuro sulla testa dei miei figli | 0 comments

little miss sunshine

Tra le altre cose, io sono anche la dada di Kevin. Oggi ho provato a spiegargli cosa fa un’agenzia moda bimbo e Kevin mi ha risposto così.
“Tu non li fai diventare famosi, tu li fai diventare grandi”.
Kevin ha 5 anni e ancora non sa se sia più forte Superman o la sua mamma che da sola riesce a dargli casa, giochi e abbracci.
Io ne ho 30 e perdo un sacco di tempo dietro a cose che non sono nemmeno in grado di spiegare.

Agenzia moda bambino

Posted on Lug 7, 2016 in Culona inchiavabile | 0 comments