Taglia, incolla, ritaglia, sfuma, pixel dopo pixel, pugni nella pancia uno dopo l’altro. Sfumo e con il mouse ti accarezzo.
Sei bella, sei ancora molto bella.

Grazie a te che mi hai teso la mano e ti sei offerto di farlo per me. Che bella sorpresa sei.
Però no non devi ma grazie, perché sei stato la carezza che oggi non ho avuto.

Posted on Lug 30, 2014 in Canto meglio di Apicella | 0 comments