Gaetano – Io dimane parto. Cioè dimane me ne vaco a Firenze, addu, addu zia Antonia…
Lello – E ‘nata vota Firenze e ‘nata vota zia Antonia, e poi nu parti mai.
Gaetano – Cioè, se ti sto dicendo che parto, parto…e poi, me ne vaco Rafè, nu ci’a faccio cchiù. Cioè, chello che è stato è stato, basta. Ricomincio da tre!
Lello – Da zero…
Gaetano – Eh?
Lello – Da zero, ricominci da zero.
Gaetano – Nossignore, ricomincio da…cioè, tre cose me so’ riuscite ind’a vita, pecchè aggià perdere pure cheste? Aggià ricominciare da zero? Da tre…me ne vaco, nun ci’a faccio cchiù.
Lello – Gaeta’, chi parte sa da che cosa fugge, ma non sa che cosa cerca.
Gaetano – Cioè cumm’è ‘sta cosa? Chi parte…
Lello – Sa da che cosa fugge ma non sa che cosa cerca.
Gaetano – Azz è bella, ‘o ssaje? L’hai fatta tu? Pari scemo tu eh, e invece…

Posted on Mar 27, 2014 in Scendo in campo | 5 comments