Che poi uno mi chiede perché sono ancora a Bologna? Nonostante tutto.
Io a quel nonostante tutto non saprei nemmeno dare un nome, ma so dar nome e cognome a quelle bellissime meravigliose persone con cui io passo le mie serate. Che poi sono serate solo perché non abbiamo modo di viverci le giornate, non sempre almeno.
Io non lo so perché ci siamo incontrati e non lo so perché questa città sia riuscita ad unirci. Io so che Bologna unisce e riunisce, e so che stasera ho riso e abbracciato come tutte quelle volte in cui mi è mancato abbracciare e ridere in quel modo, in cui le persone belle come me hanno bisogno di persone belle come voi.
Le persone belle hanno dei nomi, che non starò qui ad elencare. E ne mancavano giusto…una decina, e forse qualcuno in più, per rendere tutto assolutamente perfetto. Però lui, oddio, lui mancava. Si però a me, più che a loro, che loro lo sanno però non lo sanno come lo so io, che lui è lui, è il cacio sui maccheroni che per un po’ di volte non c’è stato ma riesce a rendermi migliore di quello che sono. Ma se ci fosse, mannaggialcazzo!
Io vado a dormire con un abbraccio dentro al cuore, con quelle persone che riescono a farti sentire speciale, e grande e perfetta e lapiùbelladitutte come solo loro sanno fare.
Io lo so che mancava solo lui per darmi la più bella buonanotte delle notti. Però fa niente, noi a lui perdoniamo sempre tutto. E gli auguriamo sempre la migliore delle notti.
Che la famiglia non è solo quella che ti capita. Famiglia è anche e sopratutto quella che scegli. Abbiamo un po’ di tutto e li amiamo come solo noi sappiamo fare. E gli allunghiamo le braccia in un super abbraccio come fosse il cugino dall’America, perché lui allo zio Tom gli fa una pippa. E ci manca, mi manca, perché lui non lo sa ma è tra i più belli, per noi.
Io vado a letto con moltissima tenerezza nel cuore, con le carezze e gli abbracci che stasera sono arrivati con tutto l’amore che mai mi sarei aspettata di avere.
Io non lo so che cosa è successo stasera. Io so solo che vi avrei presi tutti a raccolta e vi avrei stretti tutti forte a me per non lasciarvi andar via. Che, seppur diversi, io vi restituirei tutto ciò che in questi due, e più anni, voi mi avete dato.
Non avete mai smesso di farmi una carezza ed è per questo, e non solo per questo, che voi siete speciali più di tutti gli altri.
Stasera non avrò bisogno né di un uomo né di un Barbapapà. Io sono già in buona compagnia, e non ho bisogno di nient’altro.
Come faccio a dirvi quanto siete belli?

Posted on Mar 16, 2014 in Torno perché avete bisogno di me | 2 comments